Grazie ad una tecnologia adottata da THIMUS alcuni visitatori di Biosphera vengono sottoposti ad un esame di encefalogramma. Questa tecnologia viene adottata allo scopo di indagare le reazioni emotive rilevate nel cervello rispetto all’ambiente percepito all’interno di Biosphera.

L’elettroencefalogramma (EEG) registra l’attività elettrica cerebrale tramite elettrodi di superficie posizionati sulla testa. La continua fluttuazione della normale attività cerebrale induce tra vari punti del cuoio capelluto piccole differenze di potenziale elettrico (milionesimi di volt, microvolt) che vengono amplificate e registrate normalmente per alcuni minuti (in casi particolari fino a 24 ore). Si ottiene in questo modo un tracciato che segna per ciascun elettrodo le variazioni del voltaggio nel tempo. Normalmente gli elettrodi vengono montati secondo uno schema fisso (sistema 10-20) su tutte le parti del cuoio capelluto. Poiché ogni elettrodo riflette in prima linea l’attività della parte cerebrale più vicina, l’EEG è in grado di fornire informazioni non solo su attività elettriche anomale, ma anche sulla loro localizzazione.

Essendo di esecuzione facile e non invasivo, l’EEG rappresenta la punta di diamante delle neuroscienze applicate oggi, grazie anche alla sua versatilità.

E’ in grado di rilevare l’attività corticale umana tra gli 0,5 ed i 40Hz, pilotata poi in 5 differenti frequenze d’onda che corrispondono, a loro volta, a differenti processi in atto da parte del cervello.

La matrice complessa di frequenze e specifiche localizzazioni oggi ci offrono la possibilità di comprendere in maniera accurata i processi elaborativi ed emotivi.