Cosa è il PEFC

Il PEFC è il “Programma per il riconoscimento di schemi nazionali di Certificazione Forestale”, governato dal PEFCC, cioè il Consiglio PEFC (PEFC Council), un’associazione indipendente, no-profit, non governativa, fondata nel 1999 su iniziativa volontaria del settore privato forestale, che promuove la gestione sostenibile delle foreste e la rintracciabilità dei prodotti di origine forestale in tutto il mondo.
Tra i gli obiettivi del PEFC si segnala quello di migliorare l’immagine della selvicoltura e della filiera foresta–legno, tramite lo strumento della certificazione forestale, strumento in grado di fornire garanzia della sostenibilità e della tracciabilità della materia prima di origine forestale.
Il controllo e l’accreditamento degli Organismi di certificazione in Italia è affidato ad Accredia, Associazione senza scopo di lucro.
Lo schema di gestione forestale sostenibile è fondato sul rispetto dei Criteri e degli Indicatori definiti nelle Conferenze Ministeriali per la protezione delle foreste in Europa.
Il sistema PEFC prevede sia la certificazione della gestione forestale sostenibile che della catena di custodia (Chain of Custody – CoC), che consente la rintracciabilità del prodotto, dal bosco al prodotto finito. La certificazione PEFC può essere adottata da proprietà forestali o aziende del legno e carta in forma individuale o di gruppo.
www.pefc.it
Il PEFC Italia è costituito da 49 soci, rappresentanti dei proprietari forestali e dei pioppeti, delle pubbliche amministrazioni, dei consumatori finali, dei liberi professionisti, del mondo dell’industria del legno e dell’artigianato, delle associazioni ambientaliste e di organizzazioni della società civile.
In Italia la certificazione PEFC interessa (a giugno 2018) 806.635,35 ettari di boschi, più di 24.000 proprietari forestali e 1022 aziende di trasformazione. Nel mondo, circa due terzi delle foreste certificate sono gestite in conformità ai criteri PEFC (313 milioni di ettari); oltre 200.000 aziende sono invece certificate secondo lo standard di Catena di Custodia PEFC, che garantisce la tracciabilità dei prodotti di origine forestale.

PEFC e Biosphera

Il binomio tra PEFC e Biosphera inizia con Biosphera 1.0 e con la scelta di utilizzare solo legno alpino proveniente da foreste certificate PEFC per la realizzazione del modulo. Per la realizzazione di Biosphera 1.0, Biosphera 2.0 e Biosphera 3.0, infatti, sono stati usati pannelli in legno di abete PEFC con tecnologia CLT (Cross Laminated Timber) assemblati dalla ditta Artuso Legnami. Altri componenti lignei certificati PEFC sono i rivestimenti esterni (listelli in larice) e le pavimentazioni.

Certificazione PEFC ed edilizia sostenibile

La certificazione PEFC è anche uno strumento di mercato che consente di fornire garanzie di trasparenza sull’origine e di eticità a chi acquista legno e prodotti della foresta. Nell’edilizia, avere una casa in legno PEFC vuol dire promuove la gestione corretta delle foreste e dell’ambiente in generale, contribuendo a invertire la tendenza attuale di abbandono dei boschi e ad incentivare l’uso del legname italiano.

I vari anelli della filiera devono investire sulla qualità e di conseguenza sulla certificazione. A partire dalle aziende di taglio boschivo, che permettono di garantire fin dal primo anello della filiera boschiva la tracciabilità dei prodotti legnosi, passando per l’industria di prima e di seconda trasformazione fino ai carpentieri, per permettere al consumatore finale di sapere da dove viene il legno che compra e magari dare il proprio favore al legname locale.
I vantaggi della certificazione per le aziende di trasformazione non sono immediati. Ma chi fa una simile scelta confida che sia vincente per il futuro in attesa che, un domani, ci possa essere un ritorno economico oltre alla soddisfazione di svolgere il lavoro con qualità e con il rispetto dell’ambiente.

[LOGO PEFC]