La progettazione di Biosphera Equilibrium Office

Il benessere dei lavoratori è uno tra gli elementi di maggiore spicco nella nuova cultura del lavoro e dei nuovi Ways Of Working. Per questo motivo, in Biosphera Equilibrium abbiamo scelto di progettare e testare anche le proprietà rigenerative dell’ambiente di lavoro, luogo dove trascorriamo mediamente un terzo della nostra giornata.

Elementi che assumono sempre più importanza nell’architettura, nell’interior design nel Real Estate con il crescente peso – anche in termini di valore dell’immobile- delle certificazioni LEED e soprattutto WELL, il primo sistema di rating che mette il benessere delle persone al centro del processo costruttivo e che sposta l’attenzione dal funzionamento dell’edificio a quello dell’organismo umano.

Se le imprese hanno sempre considerato il workplace un costo, la nuova cultura del lavoro lo definisce invece uno strumento per incrementare benessere e produttività. 
E se le aziende hanno fino ad ora misurato solo costi e utili, l’economia circolare ci insegna che altre misurazioni si rendono necessarie e che il Restorative Design (o Design Ricostituente) non solo è catalizzatore di cambiamenti sociali e comportamentali, ma è anche motore di un nuovo modello di business.

Biosphera Office dimostra che, anche utilizzando prodotti di serie, è possibile realizzare un workplace eco-sostenibile a misura d’uomo che permetta di rigenerarsi e di ridurre lo stress.

WOW! Webmagazine, testata online dedicata ai nuovi Ways Of Working, ha avuto il compito di arredare il modulo Biosphera Equilibrium Office selezionando arredi certificati, rappresentativi di un design eco-friendly, di una visione evoluta di ergonomia e di un utilizzo intelligente delle tecnologie tenendo in considerazione l’impatto ambientale nell’intero ciclo di vita del prodotto.

L'allestimento Office in Biosphera Equilibrium

L’allestimento realizzato da WOW! Webmagazine ha scelto alcuni elementi di arredo emblematici di una nuova visione del workplace che mette al centro la persona e allo stesso tempo rispetta la natura.

La presenza importante delle piante (HW Style) è il primo elemento che si nota: non intese solo come oggetto decorativo per rendere l’ambiente più piacevole; già dagli anni ’80, ricerche della NASA hanno dimostrato che il verde interno contribuisce alla qualità dell’aria e al livello di umidità ideale oltre a rilassare le persone e ridurre lo stress.

In Biosphera Office sono presenti anche “piante intelligenti” integrate all’interno di un contenitore metallico (Dieffebi) che alla funzione di archivio aggiunge quella di purificazione dell’aria grazie all’utilizzo di nuove tecnologie IoT (Clairy).
Tecnologie digitali sono integrate anche nella scrivania sit-stand (Emme Italia), che può essere regolata in altezza tramite colonne di sollevamento e intuitivi pannelli di controllo (Linak) che permettono di lavorare in modo dinamico in piedi o seduti per offrire un comfort più elevato e per stimolare un salutare movimento.
Questa workstation è completata da una sedia (Herman Miller), un masterpiece dalla forte valenza iconica e rappresentativa del design eco-sostenibile.

Alla scrivania per il lavoro individuale è affiancata la postazione meeting; nell’allestimento è presente un solo modulo del tavolo riunione modulare componibile (Sedus) concepito per agevolare la collaborazione e adattarsi a ogni ambiente. Può essere facilmente smontato e immagazzinato; inoltre le tecnologie produttive adottate lo rendono sostenibile sotto ogni punto di vista.

Criteri progettuali e produttive eco-friendly anche per la sedia di ultima generazione (Sedus) espressione dell’approccio dinamico dell’ergonomia. Si imposta automaticamente, si regola in base al peso dei suoi utilizzatori e offre libertà di movimento anche nelle rotazioni e nei movimenti laterali.

In linea con la filosofia dello smart working e dell’activity-based office, le postazioni di lavoro sopra descritte sono affiancate da “spazi terzi”; per esempio zona lounge o cucina per condividere con i colleghi i momenti di pausa oppure per parlare di lavoro in un’atmosfera più rilassata.
E’ interessante sottolineare che le aziende dove si registra il livello più alto di soddisfazione e di engagement dei dipendenti, siano proprio quelle che hanno investito nella qualità di questi “Third Spaces” ovvero ambienti informali e collaborativi non deputati al lavoro in senso tradizionale (ristoranti aziendali, break area, sale fitness, orti aziendali, spazi per la meditazione e per il gioco).

Queste aree all’interno di Biosphera prevedono pezzi di arredo connotati dalle linee essenziali del design scandinavo (Kinnarps Group) e sono realizzati in legno trattato con processi green certificati: poltrone basse e tavolino per lo spazio conversazione; sgabelli alti per incontri conviviali nella kitchenette.

E infine uno scultoreo cestino per i rifiuti (Kinnarps Group) che invita a riflettere sull’importanza della raccolta differenziata negli ambienti di lavoro dove ogni giorno vengono prodotte enormi quantità di scarti che devono essere gestiti in modo più consapevole.

CLIKKA QUI per ulteriori informazioni sulle aziende e i prodotti selezionati.

La versione OFFICE di Biosphera Equilibrium è stata progettata e realizzata grazie alla consulenza di Renata Sias e WOW! Magazine.

In collaborazione con